Menu

I vari tipi di tagliaerba

29 aprile 2019 0 Comment

Sul mercato ci sono vari tipi di tagliaerba, diversi tra loro, a seconda delle proprie esigenze e dell’utilizzo che se ne intende effettuare.

Le caratteristiche del robot tagliaerba.

Tra i diversi modelli di tagliaerba il robot tagliaerba che è adatto a lavorare sia su superfici piccole con metratura inferiore a 500 mq, che su spazi di 10000 mq, il robot tagliaerba va a costituire senza nessun dubbio uno dei più pratici ed anche comodi strumenti da  poter adoperare per curare il proprio spazio verde. Tale tagliaerba è capace di poter lavorare difatti, in piena autonomia, senza necessitare di nessuno che lo possa spingere oppure lo orienti in una data direzione. La presenza di terreni sconnessi non andrebbe a costituire un ostacolo, allo stesso modo pure la presenza di cancelli oppure di aiuole fiorite. Dei modelli, inoltre, sono capaci di poter eseguire il proprio lavoro in tranquillità sotto l’incessante pioggia, senza che il manto erboso si  vada a rovinare e senza nessuna problematica di funzionamento.Disponibili in varie dimensioni, a seconda dell’estensione della superficie su cui andare a lavorare, e tanto silenziosi, i dispositivi che appartengono a tale tipo di tagliaerba hanno una batteria interna ricaricabile ed anche sensori di movimento per  poter evitare gli ostacoli e potersi muovere con libertà. Inoltre, essi, non richiedono alcun svuotamento e la raccolta dello sfalcio, perché sono dotati della funzione di mulching, ed hanno in previsione sistemi di sicurezza bloccanti le lame in caso di sollevamento o di ribaltamento, oltre che sistemi di antifurto capaci di rendere l’apparecchio utilizzabile in modo esclusivo dal possessore del PIN di accesso. Mediante ad un timer, poi, sarà possibile pure impostare gli orari di funzionamento.In riferimento all’installazione, si tratta di un’operazione piuttosto agevole, che potrà essere eseguita pure in modo autonomo. La prima cosa da fare sarà quella di poter verificare l’assenza, nel proprio prato oppure giardino, di rami oppure pietre che creerebbero danni al macchinario. Inoltre, l’altezza dell’erba non dovrebbe eccedere i 10 cm circa, in caso contrario, andrà tagliata prima.

In seguito, la stazione di ricarica occorrente per il riparo dell’apparecchio e la ricarica delle batterie dovrà essere collocata preferibilmente in posizione centrale a differenza del giardino, protetta dalla luce solare diretta e dal avversioni metereologiche, e, naturalmente, collegata all’impianto elettrico. Infine, bisognerà posizionare il cavo perimetrale ed anche il cavo guida, gli ulteriori elementi necessari per il funzionamento del robot tagliaerba:

-il primo, quale confine ai movimenti dello stesso robot;

-il secondo per poter consentire l’automatico rientro alla stazione di ricarica, per poter ricaricare la batteria.

In particolare, il cavo guida dovrà essere steso per l’intera lunghezza del giardino, un’estremità di esso verrà collegata alla stazione, e l’altra al cavo perimetrale. Per altre informazioni cliccare su www.guidatagliaerba.it.

Tag:, , ,