Menu

Come scegliere un termoventilatore pratico da usare

3 dicembre 2019 0 Comment

Un termoventilatore è una soluzione ideale per scaldare piccoli e grandi ambienti. Ci si serve di tale apparecchio quando la stagione è rigida e abbiamo bisogno di spargere in casa un piacevole tepore. È molto utile anche nel caso in cui il riscaldamento centralizzato non riesce a compiere al meglio il suo dovere, e la casa rimane fredda. È un prodotto compatto e leggero, e si può trasportare nelle varie stanze a seconda dell’esigenza del momento. Inoltre è un articolo economico, e che non pesa molto in fatto di consumi. Viste le sue doti e funzioni molto positive, per sceglierne uno che sia perfetto dobbiamo valutare – tra le altre cose ovviamente – la praticità d’uso dello stesso.

La prima cosa che rende pratico l’uso di un termoventilatore è la possibilità di trasportarlo molto agevolmente da una stanza all’altra. È bene quindi che non superi i 5 kg di peso. Facciamo caso anche alla base di appoggio e alla maniglia: sono componenti che non sempre sono presenti, ma dovrebbero in quanto molto utili. La base deve essere stabile, e consentire al prodotto di aderire al meglio alla superficie di appoggio (anche quando è in funzione). Se vogliamo che sia davvero stabile possiamo scegliere un modello con piedini antiscivolo. La maniglia invece ci servirà appunto per gli spostamenti, ma non serve se invece intendiamo mantenere una posizione fissa.

Altre caratteristiche che contribuiscono a rendere pratico da usare il termoventilatore sono:

  Il display, grazie al quale possiamo controllare le funzioni attive. Deve abbinarsi a un telecomando, da usare quando siamo lontani dal dispositivo – in modo tale che non dobbiamo alzarci o spostarci per impostare nuovi comandi o spegnere l’apparecchio;

  Un filtro antipolvere estraibile – anche lavabile – per evitare che venga diffusa aria poco salubre;

  E una struttura rotante o comunque inclinabile per indirizzare al meglio il calore in una determinata direzione.

Occhio infine al rumore: soprattutto di notte potrebbe disturbarci non poco. Optiamo per modelli silenziosi, con emissioni sonore inferiori ai 40 dB.

Se ancora non sai che tipo di termoventilatore scegliere puoi confrontare i migliori prodotti su questa pagina dedicata all’articolo sui termoventilatori.