Menu

Barbecue, i migliori modelli ‘usa e getta’: migliori articoli, info e prezzi

20 marzo 2020 0 Comment

Pratici, compatti e mono-uso. Sono i barbecue usa e getta, della serie ‘una grigliata e via’. No, non è un’eresia, anche se gli appassionati dei barbecue soltanto a sentirli nominare potrebbero rabbrividire. E invece no, è l’ultima frontiera dei barbecue mono-uso, quelli che appena usati si buttano nel secchione dell’immondizia e (udite, udite!) tolgono dall’impaccio di doverli ripulire, un po’ come i piatti di plastica. Ma prima di andare a vedere quali comprare per convenienza o miglior rapporto qualità-prezzo, conosciamoli meglio. Cosa sono i barbecue ‘usa e getta’? Quanto costano e dove si comprano?

Intanto non serve la bombola o il sacco di carbonella e tantomeno griglie e bruciatori, perché è tutto dentro la scatola, basta aprirla, seguire le istruzioni e in pochi minuti prende forma un barbecue ‘tascabile’ costituito da un appoggio dove collocare griglia e braciere ben allineati per procedere alla cottura, quando si avrà il giusto letto di brace. Per accendere la griglia, dopo averla opportunamente sistemata sul supporto metallico, basta dar fuoco al foglio presente nel kit per accendere la carbonella, spesso in dotazione, altrimenti acquistabile altrove, al pari di altri accessori trattati in questa pagina sui prodotti per barbecue a gas. L’allestimento consentirà cotture a lungo termine (fino a 2 ore) per bistecche, salsicce o verdure. Una volta raffreddati questi barbecue hanno esaurito il loro compito e possono essere gettati via.

Ve ne sono di diversi tipi in commercio, a prezzi irrisori, come i Bar-Be-Quick al costo di 9,98 euro, i Benross GardenKraft formato famiglia da utilizzare in feste o sulla spiaggia al prezzo di 10,19 euro o, ancora, i grill monouso da campeggio, con set completo di carbonella e griglia, da usare in campeggio o per un pic-nic all’aperto. Per grigliare, una volta surriscaldato il barbecue, bastano una ventina di minuti e si possono portare in montagna, in viaggio o in campeggio, senza bisogno di altre fonti di alimentazione, è sufficiente un fiammifero o un accendino, non serve neanche l’accendisigari dell’auto e accendere il fuoco è facile come bere un bicchier d’acqua. Leggeri e facili da portare si mettono anche nello zaino e a sviluppare un buon grado di calore ci pensa la pellicola fornita insieme agli accessori. Si trovano anche nei supermercati più forniti, ma acquistarli in rete fa risparmiare.